Vapori oleosi: il filtraggio dell’aria riduce i rischi

Passando l’intera giornata lavorativa all’interno di uno stabilimento metallurgico, o di qualsiasi tipo d’industria pesante, un operaio è esposto costantemente ad un gran numero di rischi e pericoli per la propria salute e sicurezza, dal ferimento accidentale, a traumi da sforzo eccessivo, a ustioni e perfino esplosioni; ed è per evitare tutti questi pericoli che esistono precise norme di comportamento e di sicurezza da applicare rigidamente nelle aziende di ogni tipo. Ma ci sono anche pericoli meno visibili ed evidenti, eppure altrettanto importanti, e uno di questi è quello dell’esposizione ai vapori oleosi.

In ogni azienda dove si faccia uso di macchinari pesanti, infatti, questi ultimi vengono raffreddati, e lubrificati, con fluidi oleosi a base di petrolio, i quali tendono, sotto l’azione delle macchine stesse e del loro movimento, a disperdersi nell’aria sotto forma di microscopiche gocce o vapori; nell’ambiente chiuso dello stabilimento, questi non si dissipano e possono essere alla base di seri problemi di salute per i lavoratori. Questi spaziano da problemi cutanei, come dermatiti da contatto o allergiche, a rischi di cancro derivanti dalla sovraesposizione; si sono inoltre spesso riscontrati casi di irritazioni a occhi, naso e gola, e conseguenti problemi respiratori dalla bronchite all’asma bronchiale, con conseguenti tossi croniche e difficoltà nella respirazione.

La prima difesa da questi pericoli sta nella purificazione dell’aria, che può essere effettuata con successo con appositi impianti di aspirazione centralizzata equipaggiati con i filtri appropriati; oltre a questo, per i lavoratori più esposti ai vapori, è necessario utilizzare tute protettive di materiale apposito, resistente agli agenti chimici. Inoltre, a prescindere dalla presenza raccomandata di sistemi di filtraggio dell’aria, è importante che quando un operatore deve lavorare in ambienti particolarmente carichi di vapori e quindi a rischio, come un serbatoio, sia equipaggiato di un respiratore personale, che rimane la miglior tutela possibile.

admin

admin ha scritto 28 articoli

Navigazione articoli


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare questi tag e attributi HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>