I chiodi elettrosaldati per rifacimento tetti

Nel momento in cui ci si deve dedicare al rifacimento del tetto, sia il professionista che il proprietario intraprendente che vuole occuparsene da solo sanno che occorre effettuare un lavoro di eccellente qualità per una parte così importante della casa. In questa situazione, solamente i chiodi elettrosaldati sono in grado di garantire un risultato eccellente.

Le chiodatrici a chiodi elettrosaldati, infatti, sono sviluppate appositamente per questo tipo di progetto. Non soltanto sono costruite con apposite aree antiscivolo per poter essere appoggiate senza timore che scivolino dal tetto, ma dispongono normalmente sia di piastre protettive, così da non rovinarsi rapidamente sulla superficie scabra delle tegole, sia di guide per allineare i chiodi elettrosaldati mano a mano che vengono infissi nel tetto, così da rendere il risultato finale più ordinato e il lavoro più semplice. Solitamente, i chiodi elettrosaldati sono di lunghezza intorno ai 3 centimetri, e con un corpo anellato per rinforzarne la presa nella superficie del tetto e assicurarne la tenuta nel tempo.

Il maggior vantaggio offerto dall’uso dei chiodi elettrosaldati è la dimensione del caricatore; normalmente, infatti, le bobine di chiodi elettrosaldati contano 120 chiodi ciascuna, il che permette di lavorare più a lungo fra una ricarica e l’altra – per non parlare del nettissimo vantaggio rispetto alla tradizionale esecuzione del lavoro con chiodi e martello, rispetto alla quale i tempi di completamento diventano del tutto minimi con una sparachiodi. Ma oltre a questo, non dimentichiamo che l’utilizzo di una pistola chiodatrice rende il lavoro anche meno faticoso, oltre che più rapido: i chiodi elettrosaldati verranno piantati solidamente nel tetto, più a fondo di quanto si potrebbe ottenere martellandoli a mano, con uno sforzo assolutamente minimo, e con molta maggior precisione.

Una pistola per chiodi elettrosaldati ha un costo significativo, che soprattutto per il dilettante – che magari si trova soltanto a voler riparare il proprio tetto occasionalmente – è difficile da ammortizzare, mentre è una spesa del tutto normale per un professionista. Va però detto che, online, è possibile trovare buoni modelli, adatti ad un utilizzo non professionale, anche a cifre molto minori, intorno ai 200 euro, e quindi accessibili anche a un utente occasionale.

admin

admin ha scritto 28 articoli

Navigazione articoli


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare questi tag e attributi HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>